IMUKIN
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

IMUKIN, soluzione iniettabile 2 x 106 UI (0,1 mg).

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

Un flaconcino di Imukin contiene interferone gamma-1b ricombinante umano 2 x 106 UI (0,1 mg).
L�interferone gamma 1.b � prodotto in un sistema di espressione di E.
coli. Per l�elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Soluzione iniettabile Soluzione trasparente, incolore

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Imukin � indicato per la riduzione della frequenza di infezioni gravi nei pazienti affetti da malattia granulomatosa cronica (CGD) (vedere paragrafo 4.4).

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Imukin � per uso sottocutaneo.
La dose consigliata di Imukin nel trattamento di pazienti affetti da CGD � 50 mcg/m� nei pazienti la cui superficie corporea � superiore a 0,5 m� e di 1,5 mcg/kg/dose in pazienti con superficie corporea uguale o inferiore a 0,5 m�.
Il volume effettivo prelevato deve essere controllato prima dell'iniezione.
Le iniezioni devono essere effettuate sottocute, preferibilmente la sera, tre volte alla settimana (per es.
Luned�, Mercoled� e Venerd�).
Le aree ottimali per l'iniezione sono i deltoidi destro e sinistro e la parte anteriore della coscia.
Imukin pu� essere somministrato da un medico, un infermiere, un membro della famiglia o dal paziente stesso adeguatamente istruito sulle modalit� di iniezione per via sottocutanea. Bench� la dose ottimale non sia stata ancora stabilita, sono sconsigliate dosi superiori a quelle sopraindicate.
La sicurezza e l'efficacia di dosi di Imukin superiori o inferiori alla dose raccomandata di 50 mcg/m� non sono state stabilite.
In caso di gravi reazioni, il dosaggio deve essere modificato (riduzione del 50%) oppure la terapia deve essere sospesa fino alla scomparsa delle reazioni avverse.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Imukin � controindicato in pazienti che sviluppano, o in cui � accertata, ipersensibilit� acuta ad interferone gamma-1b o ipersensibilit� nota ad interferoni strutturalmente simili o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

L�uso di Imukin non esclude la necessit� di una copertura antimicrobica aggiuntiva che potrebbe essere necessaria per la gestione della CGD.
Nello studio clinico principale di efficacia la maggior parte dei pazienti era in trattamento antimicrobico profilattico (vedere paragrafo 5.1). 1 Pazienti con cardiopatie preesistenti possono manifestare un peggioramento acuto, a spontanea risoluzione, delle loro condizioni cardiache a dosaggi di 250 mcg/m�/die o superiori, come osservato nei primi studi clinici, sebbene non sia stato dimostrato un effetto cardiotossico diretto. Si deve prestare attenzione quando si trattano pazienti con disturbi convulsivi noti e/o compromessa funzionalit� del sistema nervoso centrale. Pazienti con grave insufficienza epatica o renale devono essere trattati con cautela,, poich� esiste in tali pazienti la possibilit� di accumulo di interferone gamma-1b. Durante la terapia con Imukin � stato osservato un aumento delle AST e/o delle ALT (fino a 25 volte).
L�incidenza sembrava essere maggiore in pazienti di meno di un anno di et�, 6 bambini su 10 hanno sviluppato elevati livelli enzimatici, rispetto a bambini pi� grandi.
In un caso ci� si � verificato fin dal settimo giorno dopo l�inizio della terapia.
Il trattamento con Imukin � stato interrotto in tutti e 6 i pazienti e ripreso in 4 ad un dosaggio ridotto.
I valori di transaminasi epatica sono tornati ai livelli iniziali in tutti i pazienti e non sono risaliti alla ripresa della somministrazione ad eccezione che in un paziente.
Nei pazienti con insufficienza epatica deve essere osservata particolare cautela. Durante la terapia con Imukin sono state osservate neutropenia e trombocitopenia reversibili che possono essere gravi e correlate alla dose.
Si deve prestare particolare attenzione quando si somministra Imukin a pazienti con mielosoppressione. La somministrazione contemporanea di interferone gamma-1b con altre preparazioni di proteine sieriche eterologhe o preparati immunologici (per es.
vaccini) deve essere evitata per il rischio di inattesa risposta immunitaria amplificata. Oltre agli esami normalmente richiesti per il monitoraggio di pazienti con CGD, prima dell'inizio della terapia con Imukin e a scadenze appropriate durante il periodo di trattamento devono essere effettuati i seguenti esami: esami ematologici, inclusa la conta ematica completa, conta differenziale e piastrinica; esami ematochimici, inclusi test di funzionalit� renale ed epatica; analisi delle urine. L� interferone gamma-1.b � una proteina esogena che durante il trattamento pu� portare all'induzione di anticorpi.
Fino ad oggi la somministrazione di Imukin in pazienti affetti da CGD alle dosi consigliate non sembra essere associata al rischio significativo di induzione di anticorpi neutralizzanti verso l�interferone gamma-1b. Sulla base delle informazioni disponibili, non si pu� escludere che la presenza di livelli pi� alti di interferone gamma-1b possa ridurre la fertilit� sia maschile che femminile.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Imukin non riduce l'efficacia degli antibiotici o dei glucocorticoidi nei pazienti affetti da CGD Le interazioni farmacologiche rilevate con Imukin sono simili a quelle osservate con altri interferoni in studi sugli animali. In teoria � possibile che farmaci epatotossici e/o nefrotossici possano avere effetti sulla clearance di Imukin.
Inoltre non sono noti gli effetti di farmaci antiinfiammatori, FANS, teofillina, immunosoppressori e citostatici sugli effetti cellulari acuti di Imukin ed i suoi effetti terapeutici nei pazienti affetti da CGD quando questi farmaci siano somministrati cronicamente in concomitanza. Imukin pu� potenzialmente prolungare l'emivita di farmaci somministrati in concomitanza che vengono metabolizzati dal sistema citocromo P-450. L'uso contemporaneo di farmaci aventi effetti neurotossici (compresi gli effetti sul sistema nervoso centrale), ematotossici, mielo-soppressivi o cardiotossici pu� aumentare la tossicit� degli interferoni in questi sistemi. 2

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Gravidanza Non sono disponibili dati sull�uso di interferone gamma-1b durante la gravidanza.
Livelli pi� alti di interferone gamma endogeno sono stati riscontrati in donne con aborti spontanei ripetuti nel primo trimestre rispetto a donne che conducono una gravidanza normale.
Non c�� evidenza di alcuna rilevanza clinica per Imukin.
Negli studi condotti sugli animali � stata riscontrata tossicit� riproduttiva (vedere paragrafo 5.3).
Imukin non deve essere utilizzato durante la gravidanza se non considerato vitale. Allattamento Non � noto se interferone gamma-1b sia escreto nel latte materno.
A causa della mancanza di dati sugli effetti neonatali, l�allattamento non � raccomandato.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Anche quando somministrato alla dose raccomandata di 50 mcg/m per via sottocutanea, Imukin pu� influenzare le capacit� di reazione e compromettere la capacit� di guida di un veicolo o di usare macchinari.
Questo effetto pu� essere potenziato dall'assunzione di alcool.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

 a) Descrizione generale Gli studi preclinici e clinici effettuati con Imukin somministrato in dosi multiple hanno evidenziato che la tossicit� dipende dalla dose,  e dallo schema di somministrazione. Gli eventi avversi pi� comuni sono sintomi di tipo influenzale caratterizzati da febbre, cefalea, brividi, mialgia o senso di affaticamento. b) Tabella delle reazioni avverse 

Classificazione   sistemica  organica  secondoMedDRA  Frequenza1
 Patologie del sistema emolinfopoietico Neutropenia (vedere paragrafo 4-4) Trombocitopenia (vedere paragrafo 4-4)    33      
 Disturbi psichiatriciStato di confusione   Raro2
 Patologie del sistema nervosoCefalea   Molto comune
 Patologie gastrointestinaliNauseaVomito   ComuneComune
 Patologie        della   cute    e        del         tessuto sottocutaneoRash  Molto comune

 3 Patologie  del  sistema  muscoloscheletrico  e del tessuto connettivoMialgiaArtralgiaLupus eritematoso sistemico   Comune Comune Raro2 Patologie renali e urinarieProteinuria3  Patologie  sistemiche  e  condizioni  relativealla sede di somministrazioneFebbreBrividiDolore al sito di iniezioneSenso di affaticamento
   Molto comune Molto comune Molto comune Comune   Esami diagnosticiRisposta a autoanticorpiAumento delle AST (vedere paragrafo 4-4) Aumento delle ALT (vedere paragrafo 4-4)
  Raro233 1  molto comune >1/10; comune >1/100, <1/10; raro >1/10-000, <1/1-000 secondo la frequenza.2  Si assume che questi eventi siano stati riportati con una frequenza inferiore a 1/1-000 e pertanto sono stati classificati sistemicamente come "rari".3  Non � stato possibile assegnare la frequenza a causa della scarsit� dei relativi dati disponibili. c) Informazioni sulle reazioni avverse di carattere individuale gravi e/o frequentiLa gravit� dei sintomi di tipo influenzale pu� diminuire col proseguimento del trattamento.
Alcuni di questi  sintomi  possono  essere  ridotti  con  la  somministrazione  serale  del  farmaco.  L'acetaminofene(paracetamolo) pu� essere utilizzato per controllare questa sintomatologia.
Vomito, nausea, artralgia e sensibilizzazione al sito di iniezione sono stati riscontrati in alcuni pazienti. In alcuni pazienti a seguito dell'iniezione, sono stati riportati rash cutanei transitori, come ad esempio dermatiti, rash maculopapulare, eruzioni cutanee pustolose e vescicolari ed eritema al sito di iniezione, ma raramente hanno richiesto la sospensione della terapia. Alcuni  pazienti  trattati  con  interferone  gamma-1b  hanno  riportato  un  aumento  nella  produzione  di auto-anticorpi, compreso lo sviluppo di lupus eritematoso sistemico. Sono  stati  osservati  casi  isolati  di  confusione  mentale,  che  possono  essere  stati  causati  dalla somministrazione di Imukin, in alcuni pazienti  affetti da malattie a carico del SNC diverse dalla CGD. 

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Imukin � stato somministrato per via endovenosa o intramuscolare in pazienti affetti da neoplasie maligne in fase avanzata a dosi superiori (>100 mcg/m�). Soprattutto nei pazienti affetti da cancro trattati con dosi superiori a 100 mcg/m�/die sono state osservate reazioni avverse del sistema nervoso centrale, inclusa riduzione del grado di vigilanza, 4 problemi nella deambulazione e vertigini.
Tali effetti sono reversibili in pochi giorni in seguito a riduzione della dose o interruzione della terapia. Sono state osservate anche alterazioni ematiche quali neutropenia reversibile e trombocitopenia ed aumento dei livelli enzimatici epatici e dei trigliceridi. Pazienti con cardiopatie preesistenti possono manifestare un peggioramento acuto, a spontanea risoluzione, delle loro condizioni cardiache a dosaggi di 250 mcg/m�/die o superiori, come osservato nei primi studi clinici, sebbene non sia stato dimostrato un effetto cardiotossico diretto.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Categoria farmacoterapeutica: Immunostimolante, Citochine ed immunomodulatori, Codice ATC: L03A B03 Gli interferoni sono una famiglia di proteine funzionalmente correlate sintetizzate da cellule eucariote in risposta a virus e ad una variet� di stimoli biologici e chimico fisici.
Il meccanismo d'azione dell'interferone gamma-1b nella CGD non � ancora conosciuto.
I risultati correlati alla produzione dell'anione superossido sono inequivocabili.
Ad ogni modo, si presume che l'interferone gamma-1b aumenti la citotossicit� dei macrofagi intensificando la respirazione cellulare attraverso la produzione di metaboliti tossici dell'ossigeno capaci di mediare la distruzione di microrganismi intracellulari.
L'interferone gamma aumenta l'espressione di HLA-DR nei macrofagi e l'espressione del recettore Fc dando luogo ad una aumentata citotossicit� cellulo-mediata anticorpo-dipendente. In uno studio clinico controllato verso placebo in 128 pazienti affetti da malattia granulomatosa cronica, Imukin ha dimostrato di ridurre la frequenza di infezioni gravi durante il periodo di trattamento di 12 mesi nel 77% dei pazienti trattati con Imukin rispetto al 30% dei pazienti trattati con placebo (p=0,0006).
La maggioranza di tali pazienti ha ricevuto anche una terapia di profilassi antimicrobica. Sono stati raccolti dati di sicurezza ed efficacia di Imukin da 4 studi post-marketing non controllati condotti su 37 pazienti con CGD di et� inferiore a 3 anni e da 2 studi successivi di sorveglianza post- marketing.
La percentuale di infezioni gravi per paziente-anno in questo gruppo non controllato era simile alla percentuale osservata nei gruppi trattati con Imukin negli studi controllati.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

Imukin viene rapidamente eliminato dopo somministrazione endovenosa ed � lentamente e ben assorbito dopo somministrazione intramuscolare o sottocutanea. 2 Seguendo la dose di somministrazione sottocutanea consigliata di 0,05 mg/m di Imukin, l'emivita media di eliminazione � risultata di 4,9 ore e il tempo medio di residenza � di 2,5 ore.
Il picco delle concentrazioni plasmatiche � stato osservato tra 4 ore e 14 ore dalla somministrazione con una media di 8 ore. Dopo somministrazione di 100 mcg/m� via intramuscolare o iniezione sottocutanea in volontari sani maschi non � stato rilevato interferone gamma-1b nell'urina.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

I dati preclinici, basati su studi di tossicit� acuta, tossicit� a dosi ripetute, mutagenicit�, tollerabilit� locale e sensibilizzazione cutanea, non hanno evidenziato alcun rischio particolare nell�uomo, sebbene siano di difficile interpretazione a causa della loro specie-specificit�. 5 Si � osservato un'aumentata incidenza di aborti in primati gravide, che hanno ricevuto il farmaco a dosi molte volte maggiori rispetto a quelle raccomandate per l'uomo.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

D-mannitolo; succinato disodico esaidrato; polisorbato 20; acido succinico; acqua per preparazioni iniettabili.

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

In assenza di studi di incompatibilit�, il medicinale non deve essere miscelato con altri prodotti.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

3 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Conservare a temperatura compresa tra 2�C e 8�C (in frigorifero) Non congelare Un flaconcino di Imukin va usato per una sola somministrazione.
La formulazione non contiene conservanti. Una volta aperto il flaconcino, il contenuto deve essere utilizzato immediatamente.
Eventuali residui inutilizzati del flaconcino devono essere eliminati

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Flaconcini da 3 ml di vetro sterile (vetro borosilicato di tipo I), con tappi sterili in gomma butilica grigia con capsula "flip-off" in alluminio/polipropilene. Confezioni: 1, 3, 5, 6, 12 flaconcini.
E� possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

I flaconcini di Imukin non devono essere agitati vigorosamente. I medicinali per via parenterale devono essere sottoposti ad esame visivo prima della somministrazione per l'individuazione di eventuali particelle in sospensione e colorazione.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

Boehringer Ingelheim Italia s.p.a.
Reggello (Firenze) - Loc.
Prulli n.
103/C

08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

Confezione da 6 flaconcini: AIC n� 028138016

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

29.09.1992 /29.09.2002

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

8 gennaio 2007 6

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]