xx

Torna alla pagina iniziale

     

 

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
Interazioni
04.6 Gravidanza ed allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilità
06.3 Periodo di validità
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
home

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
xxy TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0



     

 

- [Vedi Indice]

ELASE

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice]

Un tubo da 30 g contiene: fibrinolisina 30 U. (Loomis), desossiribonucleasi 20.000 U. (met. Christensen modificato), eccipienti: pomata base speciale costituita dal 95% di olio di vaselina e dal 5% di polietilene q.b.

home

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice]

Pomata

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

- [Vedi Indice]

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice]

Elase è indicato in tutti i casi in cui sia necessario o utile provocare la colliquazione degli essudati sulle superfici cutanee e sulle mucose, favorendo in tal modo i processi di riparazione.

In dermatologia Elase è particolarmente indicato nel trattamento delle ulcere torpide e di tutte le lesioni ricoperte da un induito fibrinoso.

In chirurgia Elase trova applicazione nelle seguenti indicazioni: trattamento delle ustioni, detersione delle ferite, degli ascessi dopo incisione, delle fistole e dei tragitti fistolosi.

In ostetricia e ginecologia Elase è indicato nelle seguenti condizioni: vaginiti e cerviciti, sequele di interventi sulla portio.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice]

Le dosi e la durata della cura devono essere decise dal medico.

Le applicazioni locali del preparato saranno ripetute ad intervalli di tempo fino a che si desidera utilizzare l'attività enzimatica, poiché essa diminuisce progressivamente dopo l'applicazione, e probabilmente risulta totalmente scomparsa, ai fini pratici, dopo 24 ore.

Per l'uso vaginale la pomata può essere impiegata utilizzando un applicatore vaginale.

Le applicazioni vanno eseguite preferibilmente alla sera all'atto di coricarsi.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice]

Ipersensibilità nota o presunta verso i singoli componenti o sostanze di origine bovina.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice]

Elase può essere impiegato solo per applicazioni topiche cutanee o mucose. Elase non è indicato per applicazioni oculari.

Avvertenze

Dovranno essere adottate le abituali cautele contro eventuali reazioni allergiche, soprattutto nei soggetti con precedenti di ipersensibilità ai componenti dell'Elase o in generale alle sostanze di origine bovina.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Interazioni - [Vedi Indice]Non sono note interazioni medicamentose e incompatibilità.



04.6 Gravidanza ed allattamento - [Vedi Indice]

Non sono note controindicazioni all'uso in caso di gravidanza o allattamento.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice]

-----

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice]

Usando l'Elase nelle dosi e per le indicazioni riportate non è stato segnalato alcun effetto collaterale. Anche a concentrazioni molto più elevate le reazioni secondarie osservate sono minime, consistendo unicamente in iperemia locale.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice]

Non esistono problemi di sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice]

Elase è un'associazione di fibrinolisina e desossiribonucleasi ad azione detergente sui tessuti necrotici. Le sue caratteristiche farmacologiche sono desumibili dalle proprietà dei singoli componenti:

Fibrinolisina: è un enzima litico che idrolizza la fibrina e gli essudati fibrinosi in prodotti di scissione costituiti da molecole più semplici. L'azione litica della fibrinolisina si differenzia da quella di altre proteasi in quanto i prodotti della scissione enzimatica sono costituiti da molecole di grosse dimensioni che non vengono facilmente assorbite dall'organismo e che, quindi, non danno luogo a reazioni locali o generali indesiderate. La fibrinolisina non attacca enzimaticamente il tessuto vitale e non esercita azione irritante sul tessuto di granulazione; pertanto, essa non interferisce negativamente nei processi di cicatrizzazione e di guarigione.

Desossiribonucleasi: è un enzima che idrolizza specificatamente le molecole di acido desossiribonucleico e le desossiribonucleoproteine.

Queste ultime sostanze rappresentano la maggiore componente degli essudati purulenti e, pertanto, la loro scissione in più semplici polinucleotidi favorisce la colliquazione degli essudati purulenti e la loro facile rimozione delle ferite.

Esperimenti condotti sia in vitro che in vivo nell'animale e ricerche cliniche nell'uomo effettuate con l'associazione fibrinolisina-desossiribonucleasi hanno dato risultati nettamente positivi per la detersione delle ferite.

Prove di tossicità e di tollerabilità cutanea hanno messo in evidenza la mancanza di qualunque effetto dannoso sul tessuto sano da parte dall'associazione dei due enzimi.

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice]

-----

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice]

-----

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice]

-----

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

- [Vedi Indice]

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice]

-----

06.2 Incompatibilità - [Vedi Indice]

Non sono noti a tutt'oggi casi di incompatibilità chimico-fisiche con altre sostanze.

06.3 Periodo di validità - [Vedi Indice]

Tre anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice]

Nessuna.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice]

Tubo da 30 g confezionato in astuccio di cartone e foglio illustrativo

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice]

-----

home

- [Vedi Indice]

PARKE-DAVIS S.p.A. - Società del Gruppo Pfizer

Via C. Colombo, 1 - Lainate (MI)

Concessionaria per la vendita: Pfizer Italiana S.p.A.

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice]

AIC n. 019779038. Data commercializzazione: settembre 1962.

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice]

Da vendersi dietro presentazione di ricetta medica.

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice]

-----

xxy TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice]

Non soggetta alle disposizioni del DPR 309/90.

12.0 - [Vedi Indice]

-----



Ultimo aggiornamento: 23/10/2012.
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2009. Tutti i diritti riservati.